Il comportamento prosociale

comportamento prosocialeA proposito di volontariato o comunque di comportamento prosociale più in generale, credo, senza presunzione, che il nostro Paese ha molto da insegnare a chiunque altri nel mondo. Lo abbiamo dimostrato molte volte nel corso degli anni; per esempio quando l’Italia è stata suo malgrado protagonista di eventi calamitosi come terremoti, alluvioni, incendi boschivi e, da ultimo, questa emergenza pandemica da Covid-19, dove un numero cospicuo di donne e uomini, rischiando per la loro stessa incolumità, si sono prodigati per aiutare persone più in difficoltà di altre. Gli anziani soli, tanto per esemplificare.

Leggi tuttoIl comportamento prosociale

Diffusione di germi patogeni

diffusione di germi patogeniIn questi ultimi mesi, causa Covid-19, si è discusso molto di diffusione di germi patogeni e dunque di epidemia anche con riferimento al delitto previsto e punito dall’articolo 438 del Codice penale, il quale, appunto, tuttora punisce con l’ergastolo chiunque la cagioni “mediante la diffusione di germi patogeni”. Addirittura, prima della sua abolizione, la stessa norma prevedeva anche la “pena di morte” se dal contagio ne fosse conseguito il decesso “di più persone”.

Ebbene, in tempi non sospetti, per la precisione lo scorso ottobre 2019, la Corte di Cassazione penale, pronunciandosi su un caso di plurimi contagi da virus HIV, con richiamo a precedenti arresti giurisprudenziali, in particolare a quanto sancito dalle Sezioni Unite Civili del Supremo Consesso, ha precisato che il reato di epidemia si connota «per diffusività incontrollabile all’interno di un numero rilevante di soggetti e quindi per una malattia contagiosa dal rapido sviluppo ed autonomo entro un numero indeterminato di soggetti e per una durata cronologicamente limitata».

Leggi tuttoDiffusione di germi patogeni

Professioni non organizzate

professioni non organizzateIn realtà, il titolo completo del presente contributo è “Disposizioni in materia di professioni non organizzate”, pubblicato anche dalla Rivista Sociologia On Web (Registrazione n.2/2013 Tribunale (RC) ISSN 2532-9987). Un titolo, da un verso originale perché è tratto dalla Legge 14 gennaio 2013, n. 4 (Disposizioni in materia di professioni non organizzate), pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 22 del 26 gennaio 2013; dall’altro, perché credo sia una frase ragionevolmente nota ai diretti interessati, mi riferisco a tutte quelle “Associazioni rappresentative a livello nazionale delle professioni regolamentate per le quali non esistono ordini, albi o collegi”.

Leggi tuttoProfessioni non organizzate

Conflitto Stato Regioni

conflitto Stato RegioniUn titolo a mio avviso non affatto azzardato, conflitto Stato Regioni, se si pensa come l’emergenza sanitaria scaturita dalla pandemia legata al Covi-19 abbia ancor più rimarcato il divario di vedute tra la politica statale e quella locale. Che da questo punto di vista sembra proprio intravedere una sospetta interpretazione della Costituzione nella parte in cui, per esempio, stabilisce che “la potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione”, (art. 117 Cost.); oppure, che “le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l’esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza” (art. 118 Cost.); ed infine, che “il Governo può sostituirsi a organi delle Regioni, delle Città metropolitane, delle Province e dei Comuni nel caso di mancato rispetto di norme e trattati internazionali o della normativa comunitaria oppure di pericolo grave per l’incolumità e la sicurezza pubblica” (art. 120 Cost.).

Leggi tuttoConflitto Stato Regioni

Discriminazione

discriminazione e libera opinioneLa recente decisione della Corte di giustizia dell’Unione europea (CGUE) mi ha dato spunto per ritornare sulla dicotomia tra non discriminazione e libera opinione, entrambe fattispecie destinatarie di tutela giuridica dal punto di vista dei diritti fondamentali della persona. Sicché, nel caso oggi in esame, la questione ha riguardato la domanda di pronuncia pregiudiziale in merito all’interpretazione degli articoli 2, 3 e 9 della direttiva 2000/78/CE del Consiglio, del 27 novembre 2000, che stabilisce un quadro generale per la parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro, con riferimento a delle dichiarazioni pronunciate da un professionista nel corso di una trasmissione radiofonica, secondo le quali egli manifestava non avvalersi della collaborazione di persone omosessuali.

Leggi tuttoDiscriminazione

Libero pensiero

libero pensieroLa manifestazione del libero pensiero è uno dei fondamentali diritti garantiti dalla Costituzione. Come scrissi qualche anno fa – in una mia pubblicazione dal titolo “I social network: tra comunicazione, interazione sociale e i limiti di manifestazione del proprio pensiero”, in “La reputazione in bilico. Rete e collasso dei contesti”, Morlacchi Editore –, è sempre coinvolgente trattare il tema in oggetto, specie se tenuto in considerazione con quanto stabilito, non a caso, dall’articolo 21 della Costituzione, e cioè: «Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione».

Leggi tuttoLibero pensiero

error: !!! Contenuto protetto !!!