Archivi tag: massofisioterapista

La figura del massofisioterapista

la figura del massofisioterapistaUn risultato non da poco conto quello ottenuto dall’Istituto Enrico Fermi di Perugia, riguardo la figura del massofisioterapista. Un successo per l’intera categoria. Infatti, nel procedimento di causa qui in esame, dove sono intervenute in giudizio la Regione Umbria e l’Associazione Italiana di Fisioterapia, il Consiglio di Stato, in riforma di una discutibile decisione del Tribunale Amministrativo Regionale per l’Umbria, ha in qualche modo sottolineato il principio per cui la normativa sul riordino delle professioni sanitarie non ha scalfito la legittimità dei corsi di formazione riguardanti la figura del massofisioterapista e del massaggiatore.

Sicché: «così come più volte statuito dalla giurisprudenza amministrativa, appare infatti necessario interpretare la vigente normativa di riordino secondo le sue finalità di razionalizzazione fra le diverse professioni sanitarie e d’interesse sanitario, e non nel senso di un non consentito abbattimento della tutela sanitaria, in particolare della parte più debole ed anziana della popolazione, e della possibilità di inserimento lavorativo e sociale degli aspiranti massofisioterapisti, in particolare se non vedenti, ovvero, più in generale nel senso di una lesione degli invocati articoli della Costituzione con riferimento alla tutela della salute e dell’affidamento degli aspiranti nuovi operatori». E che, perciò: «non essendovi altresì dubbio circa il pericolo di danno grave ed irreparabile per l’istituto, così come per i suoi studenti, la domanda cautelare di sospensione della sentenza appellata, e di conseguenza dell’impugnato provvedimento di revoca, deve essere accolta, conseguendone l’obbligo della Regione di provvedere senza indugio agli adempimenti necessari ai fini della programmata prosecuzione dei corsi».

Infine, fatto non sempre scontato, i giudici hanno condannato «la Regione resistente e l’Associazione e la Federazione intervenute in giudizio, in solido, al pagamento delle spese della presente fase cautelare, liquidate in Euro 3.000,00 (tremila) oltre ad IVA, CPA ed accessori di legge» (cfr. Consiglio di Stato, Sezione Terza, Ordinanza n. 2377/2021). La figura del massofisioterapista e del massaggiatore.

Ebbene, il principio non tanto giuridico quanto sociale più in generale che qui preme far rilevare riguarda proprio il riferimento alla «tutela sanitaria, in particolare della parte più debole ed anziana della popolazione, e della possibilità di inserimento lavorativo e sociale degli aspiranti massofisioterapisti», diritti, aggiungo, di indiscusso rango costituzionale, fattispecie, osservo e concludo, prima ancora che il giurista dovrebbe investire la sensibilità della politica, specie quella di prossimità, la quale, invece, nel caso in esame, è sembrata distratta da altro.